mercoledì 25 luglio 2012

Paletta e secchiello

Se qualcuna di voi ha visto il film “Un incantevole aprile” (o ha letto il libro) capirà subito quale è la mia idea di “mare”;  invece la scorsa settimana mi sono trovata tra sabbia e ombrelloni, per le vacanze della Pulce , con  tutto  l’armamentario di secchiello e paletta, biglie e macchinine, palla  e racchette....
Non c'era un mare blu nè una natura rigogliosa, nè profumo di fiori e di erbe aromatiche, non ho potuto contemplare paesaggi incantevoli, ma  ho riso  dei neologismi pulceschi ("fozzoli”  sta per onde forti e odore di "aniccio" sta per puzza di pattumiera),  ho saltato i precitati fozzoli, ho ascoltato i discorsi della Pulce che sta diventando un omino capace di stupirci con giudizi e riflessioni, ho disegnato navi, ho letto storie e cercato conchiglie, ho  scoperto su imponenti bagnanti campionari di tatuaggi che uno scaricatore di porto in confronto ha la pelle di un neonato,  ho rivalutato  le mie dimensioni, dopo aver considerato che il mio costume  - inutile dire  intero e  nero -  sarebbe servito a coprire, si fa per dire, una ben  piccola parte della giunonica straniera che prendeva il sole qualche ombrellone più in là....
In attesa che arrivino anche le vacanze mie e del signor Darcy, quelle nel posto magico, quelle durante le quali gli occhi e il cuore si riempiono veramente di meraviglie,  mi consolo con le meraviglie che mia suocera ci ha fatto trovare in cucina al nostro ritorno.
 
Pasta con crema di caprino e fiori di zucca

Ingredienti
(per due persone)

4 zucchine piccole
una decina di fiori di zucca
100 grammi di caprino fresco
erba cipollina
olio extravergine
sale
pasta
 
Procedimento
Lavare le zucchine, spuntarle, tagliarle a rondelle sottili e farle saltare in padella con un po' di olio; pulire i fiori di zucca, dopo averli privati del pistillo; tagliarli a striscioline, unirli alle zucchine e cuocerli  rapidamente.
In una ciotolina schiacciare il caprino e stemperarlo con un po' di acqua di cottura della pasta o con poco latte, aggiungere l'erba cipollina tagliuzzata abbastanza fine e amalgamare bene.

Far cuocere la pasta, scolarla e passarla nella padella con le zucchine e i fiori di zucca, condire con la crema di caprino e completare con un po' di erba cipollina.
 



Nota a piè di pagina n. 1: Come dite? Non c’è solo la spiaggia nostrana di sabbia e ombrelloni? E sì, lo sappiamo solo che  - per ora – dobbiamo essere a non più di mezza giornata da casa, senza mari ( o cieli) in mezzo, con soluzioni economicamente abbordabili, ma il mio sogno rimane un "incantevole luglio".....

Nota a piè di pagina n. 2: la ricetta, che il vantaggio fondamentale di essere rapida e per questo è uno dei pezzi forti del mio repertorio estivo,  è liberamente ispirata a quella pubblicata su un vecchio numero di "Sale e Pepe", nella quale però i fiori di zucca sono fritti in abbondante olio ed il caprino è stemperato con la panna; io ho sempre preparato la versione light per potermi permettere - sia pure con qualche titubanza - il costume, anche se nero e intero....

18 commenti:

  1. Sarà che adoro i fiori di zucca, ma mi è venuta l'acquolina in bocca ^.^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Modifica
      Claudette ha detto...

      Ho letto la ricetta della tua gustosissima torta salata con i fiori di zucca : da provare sicuramente
      Mi spiace non essere riuscita a lasciare un commento: riproverò sperando in maggior fortuna !
      Benvenuta nel modo delle cucine virtuali e soprattutto benvenuta nella mia cucina
      A presto, Claudette

      Elimina
  2. Bellissima questa pasta! Mi sare consolata anche io....aspettando il posto magico...noi ci andremo inizio settembre.
    francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E quale è il tuo posto magico?
      A presto, Claudette

      Elimina
  3. No, no, no, il mare italiano in alta stagione non fa per me, sono troppo blasée per andare al mare in Italia dopo il 15 maggio e prima del 15 ottobre. Dove andrete tu e Mr Darcy "in vacanza perdavvero"?
    Buonissimi i fiori di zucca, anch'io li abbino spesso al caprino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In vacanza perdavvero sul Renon, dopo anni di vacanza perdavvero in zona Rosengarten (che è più romantico di Catinaccio). Ma saranno "vacanze perdavvero" di pochi, pochissimi giorni perchè il signor Darcy ha le ferie ad agosto e Elisabeth Bennet deve spartire il mese di agosto con le sue agguerrite colleghe .
      Mi sembra di aver capito che tu sarai in Irlanda o sbaglio? buon divertimento tra infinite sfumature di verde e di grigio e inaspettati sprazzi di colore.
      Claudette

      Elimina
  4. Da provare subito!
    Grazie per questa deliziosa ricetta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova e fammi sapere. E' un modo diverso per usare i fiori di zucca che da noi si usano quasi solo in pastella o come involucro per le polpette.
      Claudette

      Elimina
  5. Che ricetta.. così delicata e solare! Ti abbraccio forte!

    RispondiElimina
  6. E' sempre un piacere leggere i tuo post!

    Ma in attesa delle vacanze con la V maiuscola, va bene anche la spiaggia nostrana zeppa di ombrelloni e di giunoniche bellezze, tanto ci pensa la tua "pulce" a distrarti!!!

    Dimenticavo... ricetta deliziosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da brava mamma vedo che sai anche tu quanto si divertono i bambini nelle spiagge nostrane, anche se il mare delle tue vacanze è sicuramente più suggestivo e panoramico. Chissa che prima o poi non riusciamo a spingerci fino a quelle acque e a quelle coste.
      A presto, Claudette

      Elimina
  7. Che bella questa ricetta complimenti un abbrac

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta. Ti aspetto presto..
      Claudette

      Elimina
  8. I fiori di zucca li adoro..me li farò preparare da Luli questo Agosto! il mare..solo a Giugno e ultimamente amo la riviera del Conero: Numana Marcelli Portonovo...ti capisco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Doppiamente fortunata, per i fiori di zucca e per Luli...
      Aspetto di vedere meraviglie!
      Claudette

      Elimina
  9. Finora mare nel fine settimana, anche se affollato, ma noi ci godiamo la spiaggia la mattina presto e per almeno due ore, si sta tranquilli.
    Bellissima questa ricetta, grazie!
    Amalia

    RispondiElimina
  10. Per cominciare hai una bravissima suocera e non è poco..e poi condivido la tua idea di mare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione: con mia suocera sono stata fortunata; se pensi poi che mi fa trovare bella pulita l'insalata dell'orto (lavoro antipatico perchè è piena di terra e erbe matte) ..... e le rivalità in cucina le ho risolte lasciando a lei la preparazione delle sue specialità, nelle quali io non mi cimento, ma che gusto molto volentieri.
      Claudette

      Elimina