venerdì 28 febbraio 2014

per farmi perdonare




Se il signor Darcy fosse uno di quei mariti che rievocano con nostalgia i tempi in cui stavano da mammà, accuditi e riveriti, accolti da pranzetti ben allestiti tutte le sere al rientro dal lavoro, in questi giorni avrebbe potuto lamentarsi all'infinito, ottenendo la compassione di ogni interlocutore....
In queste settimane ha trovato nel piatto:  tonno e piselli che nemmeno in mensa avrebbe potuto essere peggio, uno strudel salato che - a differenza di quello d'esordio -  si è sfasciato in cottura,  un bellissimo salmerino così scipito che faceva pena, una teglia di carciofi con la mozzarella sbrodagliosi, un filetto di maiale stopposo quanto mai e una crema di cavolfiori che è l'unica verdura che il signor Darcy detesta.
Persino i colleghi del mio consorte hanno notato che da un paio di settimane la merenda di metà mattina non era  una fetta di torta casalinga e che il poveretto ha dovuto accontentarsi di biscotti o di pane e marmellata.
Il tutto è stato condito  da una moglie innervosita  per una serie di appuntamenti dal dentista, preoccupata per un ambiente  lavorativo irriconoscibile, infastidita dalla sgradevole sensazione di avere mille e una cose da fare, senza riuscire a portarne a termine nemmeno una.
Per farmi perdonare oggi sono riuscita a preparare solo questo piccolo dolce, rapido, che ha il vantaggio  - tra l'altro  - di richiedere solo le mele renette che sono l'unico frutto rimasto nel mio desolatissimo frigorifero (e non riuscire a fare la spesa come si deve mi innervosisce ancora di più)


MELE AL FORNO

Ingredienti
2 mele renette
2 cucchiai di zucchero
una manciatina di uvette
due cucchiaini di pinoli
un pizzico abbondante di cannella
mezzo bicchiere di vino bianco


Procedimento


Mescolare zucchero e cannella, ammollare le uvette in acqua tepida e sciacquarle; lavare le mele, togliere il torsolo, tenendo  la parte finale del torsolo da usare  come "tappo"   sul fondo e incidere la buccia ... all'equatore.
Riempire il vuoto lasciato dal torsolo con zucchero e cannella, uvette e pinoli, alternandoli e finire con un po' di zucchero.
Mettere le mele in una pirofila, con l'acqua e il vino bianco. Infornare a 180° per una mezz'ora, fino a che le mele sono morbide. Servire calde.



Nota a piè di pagina n. 1: ma il signor Darcy, come avrete capito, è un tipo paziente e (per ora) non  mi ha ancora detto "Ah, la mia mamma ....". Non solo: si è accontentato di queste mele!

Nota a piè di pagina n. 2: oltre ad essere rapide ed economiche, queste mele sono un "dolce" che va bene anche per chi è a dieta (Nora te lo avevo promesso...), ma se non siete a stecchetto potete servirle con la panna montata o con del gelato alla vaniglia, o - ancora - aggiungere del rum al vino bianco.

Nota a piè di pagina 3: oggi sono stata brava: non mi sono lamentata e ho cucinato anche il petto d'anatra.... 


19 commenti:

  1. Bellìsimo es una delicia recuerdos de infancia manzanas asadas es lo màximo,abrazos.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta nella mia cucina!
      Claudette

      Elimina
  2. Ah Ah, la tua autoironia è divertentissima e denota una persona intelligente, anche se forse un po' pazzerella! Tienitelo stretto il tuo maritino d'oro che ti capisce e ti vuole bene! Lo hai fatto felice con queste buonissime mele al forno. A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adesso dovrò mettermia preparare una torta per le merende!
      Claudette

      Elimina
  3. A volte basta poco a farli felici! Una coccola veloce cotta con il forno e condita con l'amore.
    Sei riuscita come al solito a condensare in poche parole la sindrome da donnachelavoraenonhaunminuto...
    e pure quella del maritochesopportaconpazienza.
    Mi piacciono le tue mele, questa sera me le preparo di nuovo anch'io!
    Baci
    Nora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedo che ci capiamo sempre, Nora.... il tempo è poco e si cerca di arrivare dappertutto: a volte il miracolo riesce, a volte succedono disastri!
      Per le mele: un'altra alternativa - meno altoatesina - è un ripieno di marmellata di lamponi (o se vuoi, di lamponi freschi); puoi servirle anche con lo yogurt naturale (sempre per stare a dieta!)
      Claudette

      Elimina
    2. Mica male l'alternativa (io avrei quella agli amaretti con amaretto di saronno e uvette e un sacco di calorie!) ma per ora rimando di una settimana.
      Vado in ferie e chissene della dieta..... baci
      Nora

      Elimina
  4. ...queste mele sembrano deliziose!
    Capitano giorni un po' "così"...però poi passano, magari lentamente e fatica, ma passano!
    Un abbraccio e buon Marzo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo che marzo porti, con la primavera, aria nuova e ritmi più leggeri!
      Claudette

      Elimina
  5. Capitano settimane/periodi un po' difficili per tutti, ma poi, se per farti perdonare prepari un dolcino come questo..
    ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che in questo periodo devo puntare su piccole cose: pane casalingo e dolcetti per la merenda!
      Claudette

      Elimina
  6. Beata te che vivi con il Sig. Darcy e non con il perfido Htichcliff!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa se vivessi con dr. Jekill e mr Hyde!
      Claudette

      Elimina
  7. sono un ottima proposta questo dolce fa tornare pace con il mondo :-)

    RispondiElimina
  8. Ciao cara!
    Che bello questo dolcino, immagino il profumo per casa!
    Proverò anch'io a farlo, le tue ricette sono una garanzia.
    Per il resto, non ne parliamo... se decido di fare un dolce o un piatto un pò più elaborato, mi ritrovo a dividerlo in più step, è davvero snervante... cmq si fa quel che si può e ben vengano dolci e preparazioni genuine ma anche un pò più semplici, proprio come questo, grazie per averlo condiviso,
    un abbraccio,
    Amalia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero di avere presto il tempo per dedicarmi con calma a qualche piatto più elaborato, che richiede tempi lunghi, pazienza e tranquillità!
      Claudette

      Elimina
  9. io ci metto anche un po' di cannella e per fare prima le metto nel microonde perchè sono golosissima di queste delizie!!!
    riposati, riprenditi, tranquillizzati... il Sig. Darcy aspetterà..... oppure potrebbe cucinare lui?
    baci e abbracci
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No no è meglio che il signor Darcy si dedichi ad altro perchè in cucina è un disastro!
      Meglio che si dedichi magari ad altri lavori domestici....
      Claudette
      p.s.: la cannella la metto anch'io (mi avevi fatto venire il dubbio di non averla elencata tra gli ingredienti)

      Elimina
  10. Per un po' ci si accontenta di cibo"veloce", poi sarà una festa quando rispuntano manicaretti speciali, ma il tuo mr Darcy penso sia come il mio, un piatto d'Amore risolve tutto, ciao!

    RispondiElimina